Villaggio_03.jpg

IL PARCO

Il Villaggio Neolitico di S.Andrea è un open air museum.
Nell’area archeologica indagata sono state consolidate, mediante opportuni materiali, le canalette perimetrali, a pianta rettangolare, di due delle sei capanne individuate in questi anni , ed altre strutture che testimoniano la vita quotidiana del villaggio. Il percorso di visita è corredato da pannelli relativi alla storia del sito, alle strutture abitative e funzionali, ad approfondimenti sul neolitico italiano e locale. Dal 2010 sono visitabili le ricostruzioni di alcuni edifici neolitici in scala reale, allestiti con materiali e oggetti copie di quelli realmente ritrovati in sito, sagome di animali domesticati in epoca neolitica. Lungo il percorso di visita, arbusti ed alberi, di specie attestate nel neolitico, contribuiscono alla ricostruzione dell’ambiente naturale antico. Il parco archeologico di Travo è stato realizzato dalla Sbap-pr dopo l'esproprio dell'area ove la stessa conduce scavi archeologici nel sito neolitico di S.Andrea.  Il parco è stato realizzato grazie ai finanziamenti congiunti della Regione Emilia Romagna, Comune di Travo, Comunità Europea, Fondazione di Piacenza e Vigevano.

Foto 360° della capanna ricostruita

Apertura il sabato e la domenica.  Orari e ammissione

Aperture feriali e festive per gruppi e scolaresche su prenotazione.

 

museo-03.jpg

IL MUSEO

Il Museo, inaugurato nel 1997 con sede nel Castello di Travo, nasce dalla volontà di illustrare la storia del popolamento antico del nostro territorio.
Le ricognizioni effettuate nella media Val Trebbia dal Gruppo di Ricerca Culturale “La Minerva” di Travo nel corso degli ultimi anni hanno portato all'individuazione di 200 siti archeologici, 90 dei quali preistorici o protostorici, 90 romani e 20 medievali o moderni. Il consistente numero di rinvenimenti attesta, un fitto popolamento. In alcuni siti neolitici e dell’età del Bronzo la Soprintendenza Archeologica dell’Emilia Romagna con la collaborazione del Gruppo “La Minerva” ha effettuato negli anni 80  scavi archeologici, uno dei quali ancora in corso ed oggi sede del parco archeologico di Travo. Tra 2006 e 2011 la Sbap-pr ha inoltre condotto alcuni scavi in archeologia preventiva in località Sant'. Andrea e S. MARIA a Travo ampliando significativamente la conoscenza del territorio in età altomedievale.  I materiali provenienti da queste ricerche trovano spazio nelle sale del Museo , in un allestimento che porta dal Paleolitico fino all’epoca Altomedievale.

ATTENZIONE: 

Causa lavori di ristrutturazione del castello Anguissola, il Museo civico archeologico rimarrà temporaneamente chiuso dal 22 ottobre 2018 fino a primavera.

Il museo sarà visitabile solo previa prenotazione via e-mail o telefono, cell. 333 2222739, con accesso da Piazzetta Asilo (accesso temporaneo con quattro rampe di scale).

ricostruzione-Chiara-R_22012012022.jpg

LE ATTIVITA'

Archeotravo organizza presso Il Parco archeologico di Travo, evocativo scenario nel cuore della valle del Trebbia, eventi e attività accessibili per un pubblico eterogeneo, volti alla promozione e valorizzazione del patrimonio archeologico  qui conservato. La proposta divulgativa è cresciuta negli anni e include  eventi di rievocazione storica, dimostrazioni di archeologia sperimentale, attività didattiche, eventi di intrattenimento culturale. Giornate a tema con laboratori , festival ,  visite guidate, approfondimenti con gli esperti, sono ideati e condotti per avvicinare il pubblico al patrimonio archeologico cercando  di produrre il minor impatto ambientale possibile. I destinatari sono gruppi , famiglie, scolaresche, centri estivi, operatori del settore, appassionati e visitatori occasionali.

Per informazioni scrivere a info@archeotravo.com

Per gite scolastiche scrivere a didattica@archeotravo.com richiedendo il programma dettagliato. Una anteprima delle offerte didattiche 2019 è disponibile cliccando qui: Infanzia e Primarie ; Secondarie di I e II grado.

Seguici sui nostri social

Il Museo archeologico di Travo è partner del progetto Paleo APPennino